Gara dai due volti per la Querciambiente che dopo un inizio al rallentatore (le rivierasche erano sotto di 25 punti alla metà del secondo quarto) mettono cuore e grinta dopo l’intervallo lungo recuperando punto su punto sino a portarsi sotto di sole 6 lunghezze a meno di 3 minuti dalla fine dell’incontro per poi cedere nei secondi finali, causa qualche errore di troppo al tiro, alla Virtus Cagliari per 58 a 68. Partite di gran lena le ospiti colpiscono con precisione soprattutto dalla lunga distanza grazie anche alla sapiente regia della play Innocenti e del centro Klein abile nei rimbalzi oltre alla Melissari la quale con 22 punti risulterà essere la migliore realizzatrice della sua squadra. Il parziale di 17- 42 in favore delle sarde ha condizionato sicuramente la partita sul fattore del risultato, ma allo stesso tempo ha fornito una reazione positiva alla formazione guidata da coach Trani che ha dato il via alla rincorsa delle rivierasche con un parziale di 9 a 0 siglato dal duo Rosin-Mezgec (entrambe classe ’96).
I canestri della croata Masic (22 punti) e la buona fase difensiva proposta dal coach rivierasco hanno fatto si che l’interclub potesse tornare in partita a una manciata di minuti dal termine dell’incontro,la precisione dalla lunetta delle cagliaritane (18/20 ai liberi) però non ha dato scampo alla possibile rimonta muggesana. I primi due punti della stagione vanno in Sardegna ma i segnali forniti dall’Interclub, soprattutto per quanto espresso sul parquet negli ultimi due quarti, sono incoraggianti e lasciano ben sperare per il processo di maturazione di una squadra quasi totalmente rinnovata rispetto al passato campionato e con l’età media tra le più basse dell’attuale girone.

Querciambiente Interclub Muggia-Virtus Cagliari 58-68 (13-23;24-42;40-55)

Querciambiente Interclub: Meola 3, Mazic 22, Castelletto1, Zizola 4, Policastro F. ne, Capolicchio 11, Richter ne, Policastro A. 8, Rosin 7, Mezgec 2. All.Trani
Virtus Cagliari: Klein 13, Fava, Mastio 2, Innocenti 13, Saba 5, Porcu, Dettori 9,Melissari 22, Gambuzza 4, Oppo ne. All.Tola
 
Ufficio Stampa Interclub Muggia

 

La Virtus Cagliari comincia con il botto la nuova stagione nel campionato di serie A2 femminile. La formazione cagliaritana, allenata da Carla Tola, si è imposta, all’esordio stagionale, sul campo di Muggia con il punteggio di 68-58. Pur in formazione rimaneggiata per via delle non perfette condizioni di salute di Eleonora Fava e Lidia Oppo e con Sara Innocenti febbricitante, la Virtus contro la compagine veneta ha disputato la partita perfetta, conducendo sempre in testa e soffrendo solo nelle battute finali, ma quando oramai il risultato era ampiamente acquisito. I primi due quarti sono stati quelli che hanno consentito alla Virtus di vincere il match. La formazione di casa ha sofferto soprattutto il gioco veloce da parte di Sara Innocenti e compagne brave a saper leggere la gara, ma brave soprattutto a imporre il ritmo giusto al match. Tra le singole tutte positive. Annika Klein, il neo acquisto tedesco, per lei due primi quarti di qualità e tanto impegno per tutto il match. Bene anche Melissari e Gambuzza, perfetta in cabina di regia Sara Innocenti, positivo anche l’apporto di Saba, Mastio e Dettori. Insomma, una Virtus che fa ben sperare per il prosieguo della stagione. Cagliaritane subito in vantaggio dopo pochi minuti del match. Muggia prova subito a reagire ma l’arcigna difesa di Klein lascia pochi spazi alle iniziative delle padrone di casa che chiudono la prima frazione sul 23-13. Vantaggio che viene amministrato, anzi, incrementato da Innocenti e compagne nel secondo periodo chiuso sul 42-24. Nonostante l’incredulità per il risultato, la Virtus al rientro dagli spogliatoi non cede di una virgola. Muggia prova a ridurre le distanza, ma le cagliaritane con Melissari e Innocenti fanno buona guardia, ma soprattutto tengono a bada la compagine veneta, quasi incapace di reagire (55-40 al 30’). Negli ultimi 10’ la Virtus sembra paga di quanto fatto e molla le redini. Muggia ne approfitta per avvicinarsi, portandosi a poche lunghezze dalle cagliaritane che riordinano le idee e portano a casa i primi due punti della stagione.