logotype
21 -September -2017 - 14:14

GIULIA MELISSARI E' PRONTA PER ALTRE ESPERIENZE IN ALTRI CLUBS - GRAZIE PER QUELLO CHE SEI STATA, PER QUELLO CHE SEI E PER QUELLO CHE SARAI - PORTACI SEMPRE NEL TUO CUORE

Melissari Giulia play-guardia, classe ’93, 178 cm negli ultimi quattro anni ha scelto l’Olympia 68 Basketball e ne ha sposato il progetto, nonostante le richieste provenienti dai College americani e da importanti team nazionali in cui ha militato nelle giovanili. Nasce a Reggio Calabria, cestisticamente inizia all’età di cinque anni nella Space Jam. A nove anni passa nella LU.MA.CA. e vi rimane fino a 16 anni. Anni di formazione tecnica e umana. Qui conquista tanti titoli regionali e nazionali nelle categorie under 13,14,15,17. Partecipa alle finali nazionali con l’Under 13,17 e 19.
Partecipa a numerose finali nazionali nel 3 vs/ 3 anche studenteschi conquistando la quarta posizione. A quindici anni si è trasferita a Catania sposando il progetto Lazur già campione d’Italia under 15 (serie B regionale e under 17). Nel 2012 vi ritorna per disputare l’Under 19 con la Rainbow Catania. Partecipa al progetto Azzurrina della FIP ed a 14 anni è la terza marcatrice dell’intero torneo alle finali nazionali. Viene convocata a soli 14 anni con la nazionale under 14 di Stella Campobasso, successivamente nell’under 15 come riserva; nel 2011 nell’Under 20 di Nino Molino e ad aprile 2014 con la Nazionale senior nel 3 vs 3 a Rimini. A soli 14 anni inizia la sua esperienza con i campionati senior, partecipando ai campionati di serie B regionale con Lumaca, Lazur, ancora con Lumaca ed infine con Audax ed è tra le prime migliori realizzatrici. Nel 2012 arrivano due promozioni dalla B alla A3 e, quindi, l’A2 contro Santa Marinella il primo campionato nazionale vinto. E’ puro talento, ha disputato negli ultimi tre anni un Campionato di B d’eccellenza e due di Serie A2 ed è stata un punto di riferimento del Club e di Coach Porchi, che ormai la segue da anni. Alla sua seconda esperienza in A2 nell’ultima stagione, è cresciuta moltissimo ed ha consolidato il suo percorso di maturità personale e tecnica. Nell’Olympia 68 Basketball è stata protagonista fino alle finali play off. Play/guardia mancina, convocata fra le prime 16 d'Italia, predilige molto la corsa, il gioco in transizione, punisce spesso le difese col suo tiro dall'arco dei 6,75. Nonostante la giovane età ha già significative esperienze maturate lontane da casa col Cras Taranto (Campione d'Italia A1) e la Lazur Catania (Campione d’Italia U15), con  la Raimbow Catania (U19) e con l’Olympia 68 basketball Catania (A2).

 

Pur giovane ha conseguito numerosi successi sportivi nel basket: vice campione d’Italia nel campionato studentesco 2009-2010 e quarta nel 3 vs/3 nel campionato studentesco 2010-2011 con il Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Reggio Calabria, seconda miglior realizzatrice del campionato di B Regionale 2009-2010,  terza miglior realizzatrice nel torneo nazionale Azzurrina U15, miglior giocatrice di vari tornei; premiata dal Presidente Regionale della Fip Sicilia come MVP dell’All Stars Game 2010 ed ancora riconoscimenti sono stati attribuiti dal CONI Regionale, nonché nella conference Reggioacanestro day 2010 e  2011 e da altre Istituzioni. Il suo talento istintivo l'ha resa una delle principali protagoniste della meravigliosa annata 2011-2012 (anno della promozione in serie A2) ed una delle migliori 5 realizzatrici dell'intero torneo d'Eccellenza, ma anche dell’ultimo campionato per aver conquistato le finali play-off ed ad un soffio dalla conquista della A1. Ottimo il tasso tecnico, l’elevazione e l’agilità, attacca bene 1 contro 1 fronte a canestro, per andare fino in fondo o per mettere le compagne in ritmo per tiri comodi, molto spesso con assist e passaggi precisi. Permette alla sua squadra di variare le soluzioni offensive e aumentare la pericolosità. Un’altra delle sue qualità che subito si nota è la sua velocità. Corre in contropiede, assiste le sue compagne, segna in sottomano tutto alla velocità della luce. Ottima la visione di gioco e “l’intelligenza cestistica”. 

Quest’anno è cresciuta moltissimo nella gestione della squadra, rinunciando a qualche tiro per coinvolgere di più le compagne. Molto spesso è stata chiamata a svolgere ruoli diversi; è abile a difendere sui playmaker, sulle guardie, ma anche sui quattro e sui cinque. Bene nel difendere sulla palla; ha mani rapide che le permettono di recuperare molti palloni. Brava a giocare di anticipo. E quello che non ti aspetti da un play/guardia, grazie alla sua elevazione riesce a prendere numerosi rimbalzi. Perfetta l’esecuzione dell’arresto e tiro con galleggiamento nell’aria ad un tempo, ma la cosa più bella e vederla correre in contropiede con la palla: l’eleganza del gesto atletico è da “indossatrice del parquet”. Giulia Melissari è puro talento ed ha le ”stimmate” del fenomeno cestistico. Leader silenzioso è punto di riferimento per le compagne dentro e fuori dal campo, ottima conoscenza dei fondamentali ed ottimo tiro da tre. In difesa, grinta agonistica ed aggressività difensiva completano l’atleta, che in un contesto di alto livello può migliorare ancora molto. E’ ormai pronta per il salto in A1.